Infuso e decotto, SCOPRI la differenza!

Infuso: come si prepara un infuso, che cosa è, e cosa lo differenzia da un decotto o un macerato?

Le mie ricerche mi hanno condotto al risultato che, per sfruttare le proprietà benefiche di radici, erbe, foglie e fiori, i decotti, gli infusi e i macerati possono essere la soluzione ideale.
Tra infuso e tisana la differenza sta nel tecnicismo, ben più sostanziali sono le differenze tra infuso e decotto.

Vediamo di analizzarle:

Innanzitutto, si consiglia sempre di tritare grossolanamente le parti vegetali prima di immergerle in acqua, per sfruttare al meglio i principi attivi dei tessuti vegetali impiegati.
Vediamo di capire la differenza tra infuso e decotto, infuso e tisana e che cosa sono: macerato, infuso, tisana e decotto.

Che cosa è il Macerato

Il macerato è un liquido a base vegetale che si ottiene lasciando l’essenza immersa in acqua fredda per 2 – 4 giorni e mescolando due o tre volte al giorno.
Le cellule vegetali lasciate al macero per lungo tempo andranno incontro a lisi cellulare perché tenderanno a rigonfiarsi d’acqua per osmosi, liberando nel liquido una buona parte dei principi attivi contenuti nella cellula.
In questo caso non vi è la complicità del calore ma i principi attivi vengono liberati in acqua per un semplice processo osmotico.

Attesi i tempi di macerazione, è possibile filtrare il preparato vegetale e diluirlo in base all’uso al quale è destinato. I macerati si usano spesso per impacchi lenitivi o di bellezza, oppure come fertilizzanti e antiparassitari per l’orto da irrorare sulle piante.

Che cosa è l’Infuso

Avrai sicuramente preparato, in qualche occasione, un tè o una camomilla: ecco, il liquido ottenuto è un infuso! L’infuso si prepara mettendo la quantità d’acqua prevista dalla ricetta in un pentolino sul fuoco. Una volta raggiunto il punto di ebollizione, vai a spegnere il fuoco e ad immergere in acqua le parti vegetali da lasciare in infusione. In base alla destinazione dell’infuso (tisana da bere o infusi più concentrati da destinare a vari scopi, compresa l’ingestione) si attende un periodo di posa più o meno lungo.

Per la preparazione di infusi da usare come rimedio naturale per la cura del corpo o come fertilizzanti nell’orto, l’essenza va lasciata in acqua fino al completo raffreddamento. Anche in questo caso, prima dell’uso l’infuso va filtrato.

Tisana e infuso. Qual’è la differenza?

Premettiamo subito che qui non vi è una differenza vera e propria, più che altro si tratta di un tecnicismo perché per preparare una tisana si utilizzano indistintamente sia le parti tenere sia quelle legnose delle piante, che poi vengono gettate in acqua già bollente. In genere, la tisana richiede tempi di infusione non superiori ai 5 minuti.

Anche per la preparazione di un infuso si usano diverse parti della pianta come fiori, radici tritate e foglie, sulle quali viene versata dell’acqua bollente filtrando poi il liquido dopo i tempi di infusione che possono arrivare anche a diverse ore.
In pratica la tisana è quella che prepariamo in ambito domestico tenendo in infusione, per pochi minuti, un’erba a nostra scelta.

Che cosa è il Decotto?

Differenze: le differenze tra questi due liquidi a base vegetale ti saranno più  chiare spiegandoti che cos’è e come si prepara un decotto.

Proprio come l’infuso o il macerato si tratta di un liquido carico di principi attivi di origine vegetale. La differenza sta nella preparazione.

Con il decotto le parti vegetali le mettiamo in acqua fredda che poi viene portata a ebollizione e lasciata bollire per almeno 3 minuti. Dopo i primi minuti di ebollizione, spegniamo il fuoco e facciamo raffreddare e filtrare il decotto.

Come per infusi, tisane e macerati, anche nel decotto il dosaggio ottimale della materia prima da usare va scelto in base al fine per cui intendiamo utilizzare il liquido. Se usiamo i preparati vegetali a scopo curativo è previsto l’impiego di quantità maggiori di materia vegetale rispetto ai liquidi che intendiamo utilizzare a scopo preventivo.

Preparare un infuso o decotto in casa o acquistarlo già pronto?
Quali sono le differenze?

Per preparare un infuso o un decotto in casa, con il fai da te, se vogliamo ottenere il massimo in termini di benefici dall’utilizzo delle piante, erbe, foglie o radici che siano, è necessario avere una conoscenza approfondita di:

  • materia prima impiegata;
  • quantitativi di materia prima da utilizzare in base al risultato che si vuole ottenere;
  • tecnicismo e procedimento per la preparazione;
  • quantitativi di acqua richiesti;
  • tempi di impiego e di infusione;
  • come e quando filtrare i liquidi;
  • quali contenitori scegliere in cui versare i contenuti;
  • come e quanto tempo si possono conservare le soluzioni ottenute in quanto i principi attivi sono volativi ed evaporano velocemente rischiando di rendere assolutamente inutile il nostro lavoro, con l’illusione di riceverne un beneficio;
  • tempi di macerazione, che cambiano a seconda se si vuole ottenere una bevanda aromatica o terapeutica
  • quali erbe o foglie o radici possono essere utilizzate insieme, alcune potrebbero interagire sfavorevolmente.

Perché affidarsi ad un infuso già pronto?

Sono tantissimi i motivi per cui è consigliato optare per un preparato già disponibile in commercio, purché sia:

  • testato nei laboratori universitari ufficiali;
  • riconosciuto e approvato dal Ministero della Salute nei suoi benefici;
  • che riporti in etichetta della confezione (e non solo in un depliant informativo)  l’indicazione dei claims (azioni e benefici) concessa dal Ministero della Salute Italiana.  (la concessione dei claims in etichetta viene approvata solo e soltanto quando le sue azioni sono supportate da studi scientifici, certificazioni e analisi di laboratori universitari delle facoltà di medicina e/o farmacia);
  • che i principi attivi rimangano biodisponibili nel tempo e non si volatilizzino velocemente;
  • che il prodotto ottenuto non sia già ossidato quando viene utilizzato per via esterna o per ingestione;
  • stabilizzato, conservato mediante sostanze naturali e non chimiche (

 

Perché ho scelto l’infuso di foglie di olivo brevettato italiano?

Conoscendo tutte queste preziose indicazioni, personalmente, per un utilizzo sia preventivo che terapeutico e di miglioramento del mio stato di salute fisica e delle persone a cui tengo,  ho optato per Il nostro infuso di foglie di olivo brevettato italiano, proprio perché, oltre a tutti i benefici che ci può offrire, oggi testimoniati da centinaia e centinaia di persone, ha tutte le garanzie sopra descritte e

l’azienda che lo produce è:

  • del nostro territorio italiano;
  • associata ad AVEDISCO (Associazione di vendita diretta a tutela dei consumatori) che garantisce a tutti gli utilizzatori la qualità del prodotto e la professionalità dei suoi consulenti;
  • in stretta collaborazione con l’Università di Trieste, facoltà di farmacia e l’Università di Medicina molecolare di Padova che ne analizza e ne certifica la validità e le molecole in esso contenute;
  • titolare di un BREVETTO unico nel suo genere;
  • in costante miglioramento della qualità dei suoi prodotti attraverso una continua ricerca scientifica nel laboratorio di proprietà.
  • promotrice di una missione etica e di valore ovvero quella di “portare benessere fisico a più persone possibili nel mondo“.

NOTA IMPORTANTE:
La conservazione del nostro prodotto avviene grazie ad una sostanza naturale, l’acido ascorbico o meglio ascorbato di potassio, derivante dal limone, una vitamina c. E’ un blando stabilizzante, tanto che una volta aperta la sua confezione, l’infuso va conservato in frigorifero e consumato in 15 giorni; se invece ci fossero dei conservanti di origine chimica il prodotto si conserverebbe molto più a lungo.
L’ascorbato di potassio è assolutamente innocuo anzi molto spesso omeopati e naturopati consigliano l’ascorbato di potassio (acido ascorbico + potassio) per andare a basificare le cellule ed il ph di tutti il nostro organismo.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci anche sulla pagina facebook ufficiale LeFoglieDellaSalute, puoi lasciarci un commento, iscriverti alla nostra newsletter alla sezione “Rimani in contatto” infondo a questa pagina, ricevendo gli aggiornamenti su articoli, eventi e materiali gratuiti. Puoi leggere gli altri articoli QUI

© Copyright, www.lefogliedellasalute.it – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Le Foglie della Salute di Sonia Guerra
Benessere e Salute dall’Infuso di Foglie di Ulivo
? www.lefogliedellasalute.it
 info@lefogliedellasalute.it
?
Cell. +39 340 7969041


SCOPRI di più sui benefici dell’infuso di foglie di olivo brevettato italiano QUI
SCOPRI come poter avere l’infuso di foglie di olivo brevettato QUI
LEGGI le testimonianze degli utilizzatori sui molteplici benefici dell’infuso di foglie di olivo brevettato italiano QUI
RICHIEDI la scheda tecnica completa del nostro infuso brevettato italiano QUI

Condivi sui Social:

Articoli correlati

Articolo

Speciale San Valentino 2019 alle Terme

Speciale?SAN VALENTINO 2019? alle TERME in collaborazione con Sonia Guerra &and ti propone Speciale San Valentino alle Terme – Slovenia 15-16-17 febbraio 2019 Terme Dolenjske Toplice Periodo: 15-16-17 febbraio 2019 (3gg/2nt) (scarica e condividi la Leggi tutto

Articolo

EMORROIDI. Cosa fare!

EMORROIDI Son dolori! COSA sono La parola emorroidi deriva dal greco “haimorroides”, composta da “haima” e “rhein” che significano rispettivamente “sangue” e “scorrere”: quindi la parola vuole dire “vene da cui fluisce il sangue”. In Leggi tutto

Articolo

Ponte Immacolata 2018 alle Terme

PONTE IMMACOLATA alle TERME in collaborazione con ti propone WEEK END TERME- Slovenia 7-8-9 dicembre 2018 Terme Dolenjske Toplice Periodo: 7-8-9 dicembre 2018 (3gg/2nt) (scarica la locandina per prenotazione individuale al *CAPODANNO 2018* alle TERME Leggi tutto